4 tipologie di business che non possono fare a meno di un’app mobile

4 tipologie di business che non possono fare a meno di un’app mobile

I vantaggi di una presenza mobile sono molteplici per tutti, ma per alcuni sono ancora di più. Ci sono situazioni in cui avere un’app mobile è particolarmente proficuo, in base alle caratteristiche intrinseche del business di riferimento. Ed è per questo che voglio mostrarti quando e come un’app può rivelarsi, oltre che un’assolutamente valida alternativa, la soluzione di cui hai bisogno senza nemmeno saperlo.

1.

E-commerce con acquisti ricorrenti

Se la tua offerta si compone di beni di prima necessità, di consumo, soggetti ad acquisti ricorrenti da parte degli utenti, avere un’app è ciò che ti permette di essere rapidamente raggiungibile in qualsiasi momento. Quando un acquisto deve, per sua natura, essere ripetuto più volte nell’arco dello stesso mese o addirittura della stessa settimana, i tuoi utenti vorrebbero farlo in modo quasi automatico e con il minimo sforzo. Per questo, anche se non te lo chiedono, hanno bisogno di un’app.

La frustrazione legata al connettersi ogni volta sul sito, per svolgere un’azione che per loro è routine, potrebbe indurli a crearsi un’immagine negativa del tuo brand. Accade perché non ti ritengono in grado di offrire loro una soluzione comoda e che risponda in maniera efficace ai loro bisogni di praticità e rapidità. Perciò, sfrutta i loro bisogni ricorrenti, anticipa le loro necessità e rendi più piacevole la loro esperienza di acquisto con un’app mobile. 

Real-life application: Produttore di caffè

Chi non prende un caffè al mattino prima di andare a lavoro? O a metà mattinata in ufficio? L’acquisto di caffè è uno dei più ricorrenti, considerate le abitudini di consumo legate a questa tipologia di prodotto. Ed è proprio considerando questa frequenza, che molti produttori di beni come il caffè hanno ritenuto più conveniente fornire ai propri consumatori un’app mobile attraverso cui poter snellire il loro percorso di shopping. L’iter di acquisto di questo prodotto, data la ricorrenza e l’abitudinarietà con cui viene effettuato, deve poter essere semplice, quasi automatico. E con un’app, grazie alla memorizzazione delle preferenze e dei dati personali e al checkout in una pagina, lo diventa. 

2.

E-commerce con abbonamenti e vendite a pacchetto

Pagare è sempre una grande scocciatura per i clienti, e non solo perché devono versare dei soldi, ma anche perché spesso le procedure si rivelano poco sicure e ancor meno intuitive. Quindi, se il tuo business prevede pagamenti ricorrenti abbonamenti, non puoi ignorare il bisogno di praticità da parte dei tuoi clienti. L’automatizzazione del ritiro dei pagamenti a data prefissata e la possibilità di tenere il proprio saldo e i propri movimenti sotto controllo direttamente dall’app della tua attività sono una doppia combinazione vincente, che fa risparmiare tempo e fatica ai tuoi utenti. Avendo tutto sotto controllo tramite app non dovranno ogni volta connettersi prima sul tuo sito (col rischio che questo non abbia memorizzato i loro dati e dovendoli quindi reinserire) e poi svolgere ulteriori controlli sul proprio conto online per verificare che tutto torni. E’ molto frustrante dover svolgere tutte queste azioni e, anche in questo caso, la loro immagine di te potrebbe essere quella di un brand che ancora non è riuscito a soddisfare il loro bisogno primario di praticità. In aggiunta a tutto ciò, va considerata la comodità di poter acquistare prodotti combinati direttamente dall’app, risparmiando il tempo di mettere insieme tanti ordini singoli o di doverli ripetere nel tempo, con cadenza ripetuta.

Real-life application: Prodotti per la cura dei capelli

È sempre meno frequente l’acquisto di prodotti per la cura personale al supermercato. C’è meno varietà di scelta, i più commercializzati contengono spesso ingredienti non naturali. E allora diventa un bel peso acquistarli online una volta al mese, o più. Per soddisfare più favorevolmente il cliente, puoi offrire la possibilità attraverso la tua app di sottoscrivere un abbonamento bimensile, semestrale, annuale, per ricevere il prodotto automaticamente a casa, senza ripetere l’acquisto e relativo pagamento over and over again.

Real-life application: Box di cosmetici

Ci sono due fazioni, quando si parla di trucco: chi “un filo di mascara e via” e chi “ok, partiamo dalla base” e consuma delle ore davanti allo specchio tra pennelli, creme e tanta pazienza. In ogni caso, la tentazione di acquistare tutte le novità dei migliori MUA del mondo è forte (per entrambe le categorie, non mentite…). E si amplifica, quando vengono messe in vendita le cosiddette “box”, ovvero delle vendite a pacchetto, che permettono di risparmiare sulla spesa del singolo prodotto. In questi casi, disporre di un’app diventa cruciale. Soprattutto perché, per la maggior parte degli utenti, l’ispirazione sul make-up viene direttamente dai social, e fare switch da Instagram allo shop è più rapido e comodo tramite uno smartphone. L’acquisto d’impulso legato alla voglia di ripetere quel trucco esilarante di cui hanno appena guardato un tutorial sarà ancora più facile e veloce da realizzare. Basterà entrare in app, aggiungere al carrello la box completa di tutti i prodotti necessari e con un checkout lungo solo pochi secondi, il rischio di cambiare idea sull’acquisto è sicuramente inferiore.

3.

E-commerce con programmi fedeltà

Un cliente abituale spende molto di più di un nuovo arrivato. Una precedente esperienza con il tuo brand, una maggiore conoscenza dei tuoi prodotti e un rapporto di fiducia consolidato favoriscono la propensione all’acquisto. Con un’app mobile puoi raggiungere gli utenti con una comunicazione pianificata e personale, creando un rapporto one-to-one con ognuno di loro, coinvogerli e incrementare la loro fedeltà verso il tuo marchio, la cosiddetta brand loyalty. La tua soluzione “scalerà la classifica” nella loro mente e si posizionerà col tempo sempre più in alto, fino ad arrivare ad essere la prima opzione considerata al momento del bisogno. Perciò, quando dovranno fare un acquisto o vorranno semplicemente navigare per scoprire se ci sono delle novità interessanti per loro da qualche parte nel mercato, sai già a chi si rivolgeranno 😉.

Real-life application: Fashion fidelity card

Sto parlando di una carta fedeltà fashion per due motivi. Il primo, è che mi riferisco proprio alle attività di business collegate al retail di abbigliamento, scarpe, borse, accessori e tutto ciò che possa essere ricollegato al settore moda nel suo senso più ampio. Il secondo, un po’ meno letterale e più metaforico, è la sensazione di sentirsi speciali e super-cool per i consumatori quando sanno di possedere qualcosa di esclusivo. Come una carta fedeltà, che separa i consumatori “normali” da quelli VIP. Il solo identificarsi come consumatori esclusivi basta a farli sentire “alla moda”. Accumulare punti, tenerne il saldo sotto controllo, ricevere notifiche quando ci sono delle offerte speciali per i possessori di fidelity card: è tutto più semplice con un’app. Un browser, su desktop o su mobile, fa dimenticare loro questa possibilità, rendendo vana la creazione di un programma fedeltà volto a incrementare il coinvolgimento dei propri clienti.

4.

E-commerce dal target giovane e/o giovanissimo

Le ultime generazioni sono quelle che sfruttano lo smartphone “al meglio”, non tanto in termini di “qualità” delle operazioni svolte, quanto piuttosto in termini di “quantità”. Se sanno di poter compiere una qualunque azione attraverso un’app, sappi che non esiteranno a farlo. Per questo motivo, se il tuo target comprende perlopiù i giovani o i giovanissimi delle cosiddette generazioni X e Z, che in una visione piuttosto stereotipata ma altrettanto realistica non si separano mai dai propri telefoni cellulari, offrire loro un’app ti farà guadagnare una posizione di rilievo. Acquistare rapidamente i nuovi must-have dello shopping, usufruire dei servizi più svariati in maniera digitale: l’app-commerce è più fruttuoso di quanto immagini.

Conclusione

Se ancora non sei in possesso di un’app e l’offerta del tuo store Shopify si compone d queste o altre categorie merceologiche simili, che ti hanno permesso di identificarti bene negli esempi che ti ho fornito, sei ancora in tempo per rimediare.

Puoi scaricare Shoppy, e in pochi secondi costruire un’app per il tuo e-store che i tuoi clienti apprezzeranno molto.  Costruisci direttamente la tua app scopri di più su Shoppy.