acquisti-notturni-abitudini-consumatori-shoppy-mobile-app-shopify

Acquisti notturni: le nuove abitudini dei consumatori

Acquisti notturni: le nuove abitudini dei consumatori

L’avvento dell’e-commerce ha rivoluzionato le abitudini d’acquisto dei consumatori. Fino a qualche tempo fa andare a fare shopping significava dedicarsi del tempo per vedere le vetrine e scegliere l’articolo da acquistare, tutto in orari stabiliti. Oggi non è più così. Non importa come, dove o quando: ogni occasione è buona per acquistare online h24, 7 giorni su 7. 

Il momento migliore per fare shopping sembra essere di notte. Grazie all’evoluzione dell’E-commerce e dell’M-commerce (mobile commerce) ha preso avvio questa nuova e interessante abitudine dei consumatori: gli acquisti notturni. In particolare, lo smartphone, le app e il commercio mobile hanno reso possibile l’accesso ai nostri store preferiti senza doverci alzare dal letto. Da ciò si evince l’importanza di avere un’app che permetta di raggiungere i clienti velocemente e senza fatica. 

Perchè le persone preferiscono fare acquisti di notte?

Studiando gli analytics dei consumatori con Partnership Card, John Lewis & Partners, una società britannica che opera nel settore retail, si è accorta che 1 su 15 dei loro acquisti veniva registrato tra mezzanotte e le 6 del mattino. Infatti sono aumentati del 23% gli acquisti effettuati in questa fascia oraria nel 2018, rispetto al 2017. Dati in continua crescita anche alla luce dell’insonnia causata dalla quarantena, dovuta a una fase storica sui generis che ha comportato una modifica necessaria delle abitudini d’acquisto degli utenti. 

I ritmi di vita che conduciamo sono sempre più frenetici e le giornate sembrano non finire mai a causa della moltitudine di responsabilità che abbiamo fino a tarda notte: ci dividiamo tra lo smart working e il lavoro in ufficio, tra le faccende domestiche e gli hobby. In tutta questa frenesia, il tempo da dedicare allo shopping sembra non esistere, se non di sera. Ed è in questo momento della giornata che molti dei tuoi utenti prendono i propri smartphone e cominciano a navigare in rete, alla ricerca di quell’acquisto che rimandano da tempo o che nelle ore precedenti non avevano avuto il tempo di effettuare.

Questa nuova tendenza ha preso il nome di Vampire Economy

Cos'è la Vampire Economy?

La traduzione letterale del termine è economia dei vampiri ed è estremamente rappresentativo in quanto definisce tutta quella parte di popolazione che per motivi di necessità o di insonnia si ritrova a fare acquisti online di notte. Le donne sembrano essere le principali esponenti di questo shopping così “anomalo” rispetto a un passato non troppo lontano, in cui i negozi avevano un orario di apertura e di chiusura definito. 

Se sei curioso di approfondire leggi qui!

 Vediamo ora le principali categorie di consumatori coinvolte in questo rinnovato modo di fare shopping:

  1. I compratori insonni e impulsivi
    Identifichiamo una nuova categoria di acquirenti che spende di più e se ne pente di meno: sono coloro che non riescono a prendere sonno e navigano alla ricerca di qualcosa per “ammazzare” il tempo. Tra gli oggetti più ricercati e acquistati da queste persone troviamo: regali di compleanno, giochi per bambini, videogame, piccoli elettrodomestici portatili per la pulizia della casa e attrezzatura per i più piccoli. Secondo The Sleep Coach, anche nel caso in cui, una volta risvegliati al mattino dovessero pentirsene e rendersi conto dell’inutilità di quello che hanno acquistato, solo il 25% restituirebbe

  2. Gli acquirenti consapevoli
    Se è vero che tanti utenti acquistano perché non prendono sonno, beh… ancora più utenti lo fanno per completare la loro customer journey iniziata nei giorni precedenti o al mattino. Sono coloro che sono venuti a conoscenza di un prodotto guardando una vetrina mentre andavano a lavoro, o che magari hanno effettuato una ricerca su desktop per poter ipotizzare un acquisto e che hanno poi rimandato alla sera. Il comune denominatore è uno: l’utilizzo di un device mobile (smartphone, tablet, laptop) per completare il processo. Considerata la diversa finalità di questo tipo di acquisti rispetto ai precedenti, troviamo delle altrettanto diverse categorie merceologiche nei carrelli di questi consumatori: copripiumini, televisori, telefoni cellulari, computer portatili e congelatori.

Riassumendo, quindi, da un lato abbiamo chi compra per noia, dall’altro chi premedita il suo acquisto e lo rimanda di proposito alla sera. In tutti e due i casi, le ore notturne vedono il concretizzarsi di un gran numero di ordini. 

Un commercio senza limiti

L’aumento degli acquisti notturni evidenzia il fatto che gli utenti apprezzino la possibilità di avere negozi aperti 24 ore su 24. In questo modo, infatti, si crea un rapporto sincronico tra il consumatore e l’attività online: il consumatore vuole effettuare un acquisto e il negozio è a sua disposizione per vendere. Non è più il soggetto a doversi adattare agli orari di apertura dei negozi, ma sono gli stessi negozianti, che per incrementare le vendite, hanno dovuto sviluppare strategie per rimanere al passo con le necessità degli utenti. Un altro motivo per cui i clienti preferiscono sempre di più i negozi online è che la differenza tra il commercio virtuale e l’acquisto nei negozi fisici si va sempre più assottigliando. Questo grazie alla possibilità di usufruire di un’assistenza clienti immediata, procedure per effettuare resi molto semplici e consegne in tempi brevi. 

Non puoi non sfruttare questo nuovo bisogno dei consumatori fornendo loro un’app che invogli ad acquistare anche quando sono già sotto le coperte. E perché proprio un’app? Perché sono i comportamenti degli utenti a chiedere uno strumento che sia sempre a portata di mano, rapido e intuitivo.

Offri ai tuoi clienti una soluzione comoda che gli permetterà di riempire le loro notti insonni senza dover abbandonare le coperte, crea subito l’app del tuo e-commerce con Shoppy!

SHARE