come-velocita-influenza-profitti-shoppy-mobile-app

Come la velocità del tuo sito influenza i profitti: 3 motivi che devi considerare

Come la velocità del tuo sito influenza i profitti: 3 motivi che devi considerare

Come abbiamo visto in questo articolo, la velocità del sito è una componente fondamentale da tenere in considerazione per non perdere potenziali vendite su dispositivi mobile. Possiamo dire che oggi avere un sito internet è fondamentale, ma non più sufficiente. Ciò che ogni brand dovrebbe avere è un sito internet veloce: non deve essere trascurato il tempo di caricamento delle sue pagine. 

I consumatori, al giorno d’oggi, non hanno tempo da perdere e non hanno voglia di aspettare. In media, tutte le volte che il tempo di caricamento della pagina impiega 1 secondo in più, gli acquisti diminuiscono del 20% (Fonte: Google).

Ma quali sono i motivi? Uno studio condotta da Google e Deloitte ha dimostrato quali sono le ragioni principali che penalizzano un sito lento, analizziamoli.

1. L'utente non prosegue fino alla fase di pagamento

Quando l’utente atterra sul sito web inizia il suo percorso che in una situazione ottimale per il Brand dovrebbe terminare alla pagina di pagamento. Ovviamente tra una pagina e l’altra l’utente deve attendere un determinato periodo di tempo, in base alla velocità del sito web. Quando questo caricamento richiede secondi in più, è molto probabile che il cliente abbandoni il sito. Per questo motivo la lentezza di un sito ostacola la progressione nel funnel d’acquisto da parte del cliente, diminuendo il tasso di avanzamento alla fase successiva e impedendogli di raggiungere la fase di pagamento e quindi il completamento dell’acquisto. 

Il momento in cui gli utenti sono maggiormente sensibili alla velocità di caricamento, è nel passaggio tra la pagina di prodotto a quella di aggiunta al carrello. In particolare, per un eCommerce di prodotti al dettaglio, diminuendo di soli 0,1s il caricamento della pagina “Aggiunta al carrello” il tasso di avanzamento alla fase successiva aumenta del +9,1%. 

In conclusone, per far compiere tutto il percorso all’utente, arrivando fino al completamento di pagamento, è necessario ridurre i tempi di caricamento di ogni pagina che l’utente potrebbe visitare durante il suo percorso.

2. L'utente trascorre meno tempo sul sito

Come detto in precedenza, il caricamento lento provoca frustrazione nel cliente, portandolo ad abbandonare prima le pagine. In questo modo, il tempo di permanenza sul sito si riduce drasticamente e di conseguenza anche gli acquisti. 

Nei siti di negozi di vendita al dettaglio, andando a ridurre di solamente 0,1s il tempo di caricamento, si è visto un incremento dell’AOV (Valore medio dell’ordine) del 9.2% e il tasso di conversione è aumentato dell’8,4%.

3. L'utente è più probabile visiti una sola pagina del sito

Il bounce rate, o frequenza di rimbalzo, è il rapporto tra le sessioni di una sola pagina divise per tutte le sessioni, ovvero: la percentuale di tutte le sessioni sul sito nelle quali gli utenti hanno visualizzato solo una pagina (Fonte: Google).

In un sito su cinque, nelle categorie di vendita al dettaglio e articoli di lusso, riducendo il tempo di caricamento di solo 0.1s, il bounce rate è passato dallo 0,6% allo 0,2%, riducendosi del 75%

Cosa significa? Questo vuol dire che un caricamento lento causa un bounce rate alto, ovvero, il brand perde l’opportunità di far scoprire più prodotti al cliente e di conseguenza perde potenziali clienti. 

... e ora?

Come hai appena letto sono 3 i motivi principali per cui la velocità è un elemento essenziale per un e-commerce per far si che non vengano perse opportunità di vendita e quindi di fatturato.  

Un’ottimo strumento che ti permette di risolvere questi 3 problemi è l’App Mobile. Perché?

L’App Mobile è uno strumento mobile-friendly, permette quindi una navigazione veloce, riducendo drasticamente il tempo di caricamento delle pagine e facilitando l’avanzamento alla fase successiva in tutto il percorso di acquisto con dispositivi mobili, dalla home page alla pagina di pagamento. 
Questa velocità porterà gli utenti a voler trascorrere più tempo sull’App. Ti faccio un esempio: i clienti di Saveone, un brand che ha creato la sua app mobile con Shoppy, trascorrono in media circa 20 minuti sull’App contro i 2 minuti da web, questo si traduce anche in aumento di vendite e quindi di fatturato per il Brand. (Ti consiglio di leggere il caso di successo di Saveone).

Shoppy potrebbe essere il tuo alleato perfetto per rendere l’esperienza mobile migliore per i tuoi clienti e per aumentare il tuo fatturato, visita il sito e prenota subito una demo gratuita con i nostri esperti. 

SHARE